Burg

Da pochi giorni è stata rilasciata la nuova release di Ubutnu. Un sacco di novità tutte da scoprire per questa LTS Version, tra cui la possibilità di “personalizzare” il grub (la schermata che permette di scegliere quale sistema operativo usare) con un programma chiamato Burg. Il programma è stato realizzato da alcuni ragazzi e va a sostituire il vecchio GRUB  in tutto e per tutto andando ad installarsi nell’MBR del disco. Ci sono dei temi per personalizzare burg, alcuni belli, altri semplici e poco curati ma sopratutto ce ne saranno molti in futuro.

Procedura di installazione

Apriamo un terminale e apriamo la nostra sources.list digitando (così modifichiamo i repository):

sudo gedit /etc/apt/sources.list

alla fine del file andiamo ad aggiungere i seguenti repository:

deb http://ppa.launchpad.net/bean123ch/burg/ubuntu lucid main

deb-src http://ppa.launchpad.net/bean123ch/burg/ubuntu lucid main

salviamo il file e chiudiamo.

Ora diamo questo comando:

gpg –keyserver subkeys.pgp.net –recv 55708F1EE06803C5

che ci permette di scaricare la chiave del repository. Una volta che il terminale diamo questo successivo comando:

gpg –export –armor 55708F1EE06803C5 | sudo apt-key add –

che ci permette di aggiungere la chiave scaricata al nostro sistema.

Aggiorniamo APT e installiamo Burg dando il comando:

sudo apt-get update && sudo apt-get install burg burg-themes burg-emu

Ora andiamo a modificare il file /etc/default/burg dando questo comando:

sudo gedit /etc/default/burg

in questo file andiamo a cercare la scritta
#GRUB_GFXMODE=640×480

che andremo a modificare inserendo la nostra risoluzione, quella che usate normalmente, e togliendo il cancelletto # all’inizio della riga. Salvate il file e uscite.

Se avete installato l’MBR in hd0 (se avete un solo disco, oppure se avete più dischi devete vedere dove è stato installato il vostro mbr e quindi può diventare hda o hdb etc etc) dovete dare il comando:

sudo burg-install “(hd0)”

alle domande che vi verranno date rispondete sempre OK (spostandovi con il tab). Una volta che il terminale ci avrà detto che il comando è andato a buon fine, dobbiamo aggiungere burg con il comando:

sudo update-burg

Se volete provare se funziona o meno, aprite un terminale e digitate

sudo burg-emu

che visualizzarà burg permettendovi di vedere come sarà nella realtà.

Ci@o Furè

Annunci

1 commento

  1. ingalex said,

    15 luglio 2010 a 07:52

    Ora esiste il burg-manager che è una gui molto intuitiva per semplificare l’installazione e la configurazione del burg. Inoltre il burg-manager consente di installare nuovi temi tramite una vasta galleria, configurare i parametri avanzati e ripristinare il grub.
    http://www.sourceslist.eu/burg-2/burg-manager-configurare-e-installare-il-burg-non-e-mai-stato-cosi-semplice/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: